IL WELFARE NEL CCNL METALMECCANICI PMI

Entro il 30 marzo 2018 le aziende che applicano il Ccnl Metalmeccanica Pmi Confapi dovranno mettere a disposizione dei lavoratori un’offerta di beni e servizi di welfare del valore di 150 euro (da non riproporzionare per i lavoratori a tempo parziale), che dovranno essere utilizzati dai lavoratori entro il 31 dicembre 2018.

 

 

Hanno diritto al welfare i lavoratori non in prova con contratto:
- a tempo indeterminato;
- a tempo determinato che abbiano maturato almeno tre mesi, anche non consecutivi, di anzianità di servizio nel corso dell’anno.
Sono esclusi i lavoratori in aspettativa non retribuita, né indennizzata nell'anno di riferimento.

E’ inoltre prevista la possibilità che i 150 euro possano essere destinati, anche per un solo anno, al Fondo di previdenza Fondapi, secondo regole e modalità previste dallo stesso Fondo.
Al fine dell'erogazione dei beni e servizi di welfare, le aziende dovranno confrontarsi con la Rsu per individuare una gamma di beni e servizi da offrire ai lavoratori.

Anche per gli anni 2019 e 2020 dovrà essere conferita ai lavoratori la somma di 150 euro in welfare, sempre secondo le stesse modalità stabilite per il 2018.

 

X