Legge di Stabilità 2017

Legge di Stabilità 2017

La nuova legge di Stabilità ha confermato e introdotto alcune misure a sostegno di imprese e famiglie. Di seguito una breve panoramica delle principali novità:

  • Esonero contributivo. Viene previsto l’esonero contributivo (fino a euro 3.250) per i datori di lavoro che assumono con contratto a tempo indeterminato, o di apprendistato, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, studenti che abbiano svolto presso la stessa impresa attività di alternanza scuola-lavoro per almeno il 30% del monte ore. In particolare, l’esonero riguarda le assunzioni effettuate dal 1° gennaio 2017 e al 31 dicembre 2018; l’esonero contributivo spetta per 3 anni, per un totale massimo di euro 9.750.
  • Abbassamento aliquote contributive Inps. A partire dal 2017, i lavoratori autonomi con Partita Iva iscritti alla Gestione Separata Inps potranno godere dell’abbassamento dell’aliquota contributiva, che diventerà pari al 25%.
  • Anticipo finanziario a garanzia pensionistica (APE). La Legge di Stabilità 2017 ha introdotto in via sperimentale, a partire dal 1° maggio 2017 e fino al 31 dicembre 2018, l’APE, un anticipo pensionistico che consiste in un prestito corrisposto mensilmente per 12 mesi fino alla maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia.
  • Rendita Integrativa Temporanea Anticipata (RITA). Dal 1° maggio 2017 e fino al 31 dicembre 2018, in via sperimentale, per i soggetti con i requisiti di età, contributivi e di maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia così come richiesti per l’APE, a seguito del termine del rapporto di lavoro, possono essere erogate le prestazioni delle forme pensionistiche complementari, con esclusione di quelle in regime di prestazione definita, in forma di rendita temporanea.
  • Bonus bebè. A decorrere dal 1° gennaio 2017 sarà riconosciuto ai genitori, alla nascita o all’adozione di minore, un premio di importo pari a 800 euro.
  • Bonus asilo nido. Ai genitori dei bambini  nati a decorrere dal 1° gennaio 2016, per il pagamento delle rette di asili nido pubblici e privati e per l’introduzione nella propria abitazione di forme di supporto per bambini al di sotto dei tre anni affetti da gravi patologie croniche, viene attribuito a partire dal 2017 un buono di 1.000 euro su base annua parametrato su 11 mensilità.
  • Congedo del padre. Entro 5 mesi dalla nascita del figlio, il padre potrà usufruire del congedo obbligatorio di due giorni per il 2017 e quattro giorni per il 2018. Per l’anno 2018 inoltre, il padre potrà astenersi dal lavoro per un ulteriore giorno in sostituzione della madre durante il periodo di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima.
  • Voucher per le lavoratrici madri. La Legge di Stabilità 2017 ha nuovamente confermato la possibilità, per le madri lavoratrici, di usufruire dei voucher per il servizio di baby-sitting introdotti in via sperimentale dalla legge 92/2012: per gli undici mesi successivi al termine del periodo di maternità, in alternativa al congedo parentale, sarà possibile usufruire di voucher, da richiedere al datore di lavoro, per acquistare servizi di baby-sitting oppure per sostenere il pagamento dei servizi per l’infanzia pubblici o privati.
  • Fondo di sostegno alla natalità. Per sostenere le famiglie e incentivare la natalità è stato istituito il Fondo di sostegno alla natalità, al fine di favorire l’accesso al credito delle famiglie con uno o più figli, nati o adottati dal 1° gennaio 2017, attraverso il rilascio di garanzie dirette, anche fideiussorie, alle banche e agli intermediari finanziari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

X